BASILICA-SANTUARIO MARIA SS.MA DI CANNETO

Via Valle di Canneto N°1 - 03040 Settefrati (fr)Madonna di Canneto

HomeStoriaCenni Storici

Cenni Storici

Il Santuario della Madonna di Canneto (dal 22 agosto 2015 Basilica Pontificia Minore) sorge nel cuore del parco Nazionale d’Abruzzo, a m. 1020 s.l.m., alle falde del sottogruppo montano del Meta, dove sgorgano freschissime le acque del Melfa, nell'amena e pittoresca valle omonima.

Il toponimo di Canneto, giusta la sua accezione, deriva probabilmente dalla presenza in loco di canne, oggi del tutto scomparse.
Una chiostra di monti e di faggete, dominate sullo sfondo dal gruppo della Camosciara, fa da splendida cornice all'antico e nuovo tempio.
Vi si accede da Settefrati attraverso una strada panoramica, che, salendo a quota 1147 s.l.m. (Passo della Rocca), ridiscende fino all'ampio piazzale del Santuario, in un fantastico scenario di vertiginose vette e di selve, che si rinnova ad ogni svolta. Vi si può giungere anche da Picinisco con la carrozzabile fino al Laghetto di Grotta Campanaro, dove sorgono le Centrali idroelettriche dell'ENEL, in un paesaggio di rara bellezza e suggestività. Per la salubrità dell'aria, per l'amenità del luogo e per la presenza di limpidissime polle d'acqua e di abbondantissime fragole, Canneto è diventato meta preferita di gite turistiche, sede di campeggi estivi e campobase di escursioni alle vette circonvicine, dominate dal M. Petroso e dal M. Meta (m. 2241).

Ma Canneto è e rimarrà nel tempo centro di irradiazione mariana.
Dal marzo al novembre comitive di devoti vi si recano a venerare l'antico simulacro della Madonna Bruna. Molto celebre la festa di S. Anna (26 luglio).
Tuttavia le manifestazioni religiose più solenni hanno luogo ogni anno dal 18 al 22 agosto. Masse di pellegrini, che si computano a varie decine di migliaia dai più svariati e tipici costumi, salgono ininterrottamente al santuario a rinnovare, in un fervore che non scema nel tempo, antiche e suggestive tradizioni di fede. Vengono dall'Abruzzo e Molise, dal Lazio e dalla Campania, cantando inni al suono di zampogne e di fisarmoniche. Sgranati in lunghe teorie salmodianti, con in testa gli involucri delle cibarie, i pellegrini circuiscono per tre volte il Santuario. Sempre commovente l'incontro con la Madonna. Passano la notte sotto il portico, ai margini delle faggete, lungo il greto del fiume intorno ai falò, che si accendono dovunque nella valle. Uno spettacolo affascinante, fiabesco!
Manifestazioni di rilievo: l’arrivo della Madonna da Settefrati, il canto delle Verginelle, la processione eucaristica alle sorgenti del Melfa, l'arrivo e l'addio delle compagnie.

NOTA! Questo sito utilizza i cookie .

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Login

« Marzo 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    

Orari Santuario

Marzo 2017
solo Festivi
Apertura :10.00
S.Messe :11.00-16.00
chiusura :17.30
N.B. ultima domenica S.Messa: 17.00

Bollettini

Offerte

                  Per le tua offerta

Free business joomla templates