India

 

Intorno al 1860, un signore miracolato per intercessione della Madonna di Canneto, fece dono al Santuario di un certo numero di copie di tavolette “ex voto” raffiguranti la Vergine Bianca che si venera a Settefrati.

Proprio in quegli anni una Congregazione di religiosi, proveniente da Roma, fece visita al Santuario.

Il Rettore pensò bene di consegnare ai religiosi diverse copie della tavoletta con l’invito a contribuire nella diffusione del culto della Vergine di Canneto. Poco dopo alcuni di essi partirono missionari per l’India, portandovi una copia dell’immagine; una volta arrivati, sembra che abbiano costruito anche una piccola chiesa, dedicandola proprio alla Madonna di Canneto.


N
el 2005, la Direzione del Santuario è stata contattata da una famiglia del Malabar (India meridionale), che chiedeva informazioni sulla nostra Madonna e comunicava la presenza in casa di una di queste tavolette.