BASILICA-SANTUARIO MARIA SS.MA DI CANNETO

Via Valle di Canneto N°1 - 03040 Settefrati (fr)Madonna di Canneto

Quaderno 8

 

Quaderni del Santuario di Canneto. Temi di riflessione mariana, 8 (2012), Arte Stampa Editore, Roccasecca, 176pp. ISSN 1826-1736 - ISBN 978-88-95101-26-2

 Ricorrenze 2011
celebrate in questo numero:

A) Beatificazione di Giovanni Paolo II (1 maggio 2011) - B) Convegno Eucaristico Diocesano: l’Eucarestia un dono sempre da riscoprire (24-25 giugno 2011) - C) Memoria dei martiri copti nella strage del Cairo (9 ottobre 2011) - D) 15 anni dalla scomparsa di don Antonino Pompei (1996-2011) - E) 25 anni dalla pubblicazione della “Collectio Missarum de Beata Maria Virgine” in editio typica (1986-2011) - F) 150 anni dalla proclamazione dell’Unità d’Italia (1861-2011) - G) 440 anni dalla battaglia di Lepanto (1571-2011)

  

SOMMARIO

Editoriale (pp. 5-6); Lorenzo Chiarinelli, Pellegrini nel tempo fino alla patria del compimento. L’orizzonte teologico-spirituale dell’Enciclica "Redemptoris Mater" (pp. 7-19); Antonio Donghi, Con Maria celebriamo i divini misteri (pp. 21-40); Alberto Camplani, Nuovi testi copti su Maria (pp. 41-68); Filippo Carcione, Il manoscritto “santopadrese” di don Antonino Pompei sul dolore: ciclo di catechesi per la formazione laicale raccolto da un antico oblato di Maria Immacolata [1945-1957] (pp. 69-76); Alfredo Di Stefano, L’editio typica della “Collectio Missarum de Beata Maria Virgine” a venticinque anni dalla pubblicazione (pp. 77-106); Gaetano de Angelis Curtis, La formulazione dogmatica dell’immacolata Concezione, Pio IX e l’Unità d’Italia (pp. 107-138); Claudio Bernabei, La devozione di don Bosco a Maria SS.ma Ausiliatrice nella prospettiva di Lepanto (pp. 139-154). Documentazione (a cura di Antonio Molle): Lucio Meglio, Settimo Quaderno del Santuario di Canneto. Presentazione [26 luglio 2011] (pp. 157-162); Luigi di Cioccio, Ricordo di don Gennaro Parretta. Le porte spalancate [26 luglio 2011] (pp. 163-171); Faustino AvaglianoIl volume di Maria Crescenza Carrocci su «Pontecorvo sacra». Gli edifici di culto dedicati alla Vergine [Segnalazione bibliografica] (pp. 172-176).

 

EDITORIALE

L’occasione, che nello scorso anno ha marcato più profondamente la gioia di popoli dentro ma anche oltre i confini della fede cattolica, è stata senz’altro l’attesa beatificazione di Giovanni Paolo II (1 maggio 2011), il papa invocato “santo subito” il giorno stesso delle sue esequie, a sei giorni dalla morte (2 aprile 2005). “Chiamato di un paese lontano” (16 ottobre 1978), era divenuto nell’arco di ventisette anni tanto vicino a tutte le genti del globo con la sua presenza così intensa e capillare da coinvolgere pure una per una le nostre diocesi site nel Lazio meridionale, toccando ufficialmente nell’ordine Montecassino (1979; 1980), Alatri (1984), Anagni (1986), Gaeta (1989), Latina (1991), Frosinone (2001), e, senza tralasciare di onorare il Sorano con il memorabile soggiorno privato qui, nella Valle di Canneto, tra il 10 e il 12 luglio del 1985. Non poteva, dunque, esimersi dal promuovere una degna manifestazione sul venerato personaggio questo Santuario, che volle esprimere la sua partecipazione alla festa generale tramite l’annuale Giornata di studio (26 luglio 2011), dedicandola alla lettura magistrale dell’Enciclica “Redemptoris Mater”, pubblicata dal pontefice polacco nel 1987 e penetrata significativamente per la circostanza dagli approfondimenti mariologici di mons. Lorenzo Chiarinelli, il Vescovo che egli aveva voluto alla guida della nostra Chiesa locale nel 1983, prima di destinarlo alle successive esperienze di Aversa (1993) e Viterbo (1997).

Detti approfondimenti, tradotti in lezione organica, costituiscono il naturale articolo d’apertura del presente numero che, attraverso i saggi del prof. Alberto Camplani e di mons. Alfredo Di Stefano proposti a seguire nell’impianto complessivo, mantiene strategicamente lo sguardo universale sull’onda spirituale di Giovanni Paolo II, per il quale abbraccio ecumenico e culto mariano rappresentarono due punti nodali del suo programma pastorale. In quest’orizzonte, se l’uno, coptologo di fama internazionale, introducendoci a gustare il fecondo apporto d’una cristianità orientale oggi in affanno ma un tempo campione glorioso di dottrina sulla Vergine, offre lo spunto per ricordare i martiri cristiani periti l’anno scorso nel tremendo massacro d’Egitto (9 ottobre 2011), l’altro, valido liturgista, prendendo motivo dalla pubblicazione della “Collectio Missarum de Beata Maria Virgine” realizzata in editio typica 25 anni or sono, ci aiuta a comprendere meglio la struttura teologico-pastorale dell’intera raccolta, laddove la contemplazione della Theotokos resta ausilio imprescindibile per una fede centralizzata maturamente e genuinamente nel mistero cristologico.

Alla dimensione locale, che in parallelo compendia la consolidata economia dei “Quaderni”, rispondono invece i contributi del prof. Antonio Donghi, che, già apprezzato tra i nostri sacerdoti per i fruttuosi esercizi spirituali vissuti sotto la sua direzione (Fiuggi, 7-11 novembre 2011), prolunga il suo magistero con una stimolante riflessione mariologica a ricapitolazione del Convegno Diocesano “L’Eucarestia un dono sempre da riscoprire” (Sora, 24-25 giugno 2011), e del prof. Filippo Carcione, che, sulla scorta d’un manoscritto pubblicato dalla prof.ssa Elena dei Cicchi, commemora i 15 anni dalla morte di don Antonino Pompei (1996), focalizzando il discorso sull’abilità catechetica sviluppata dal compianto parroco di Santopadre durante l’esperienza trascorsa tra gli Oblati di Maria Immacolata prima del passaggio al clero secolare.

La serie degli articoli termina con una ripresa del panorama generale, laddove il Consiglio Redazionale, volendo solidarizzare con la memoria nazionale per i 150 anni dall’Unità d’Italia (1861), s’affida alla penna del dott. Gaetano de Angelis Curtis per la celebrazione dell’evento attraverso una cornice originale, che lo legge sullo sfondo spirituale e sulle implicazioni politico-religiose del dogma immaculista proclamato da papa Pio IX nel 1854. Non di meno, prima di concludere, ricorrendo i 440 anni dalla battaglia di Lepanto (1571), lo stesso Consiglio pone attenzione a quest’altro evento, il cui esito tanti effetti avrebbe avuto nello sviluppo successivo della devozione mariana, contagiando nobili figure come S. Giovanni Bosco: allo studio del dott. Claudio Bernabei è dato il compito di ricollocare nell’adeguato contesto una pagina di storia ecclesiastica non sempre decodificata con una ponderata chiave di lettura.

La Documentazione, che puntualmente il Rettore seleziona come appendice d’ogni singolo “Quaderno”, include quest’anno, accanto alla Presentazione dello scorso numero e al Ricordo di don Gennaro Parretta offerti rispettivamente dal dott. Lucio Meglio e dal prof. Luigi di Cioccio nell’arco dell’ultima Giornata di Studio (26 luglio 2011), una segnalazione bibliografica a firma di dom Faustino Avagliano o.s.b. riguardante un volume su «Pontecorvo sacra» scritto dalla prof.ssa Maria Crescenza Carrocci, stimata studiosa del territorio.

Intanto, mentre s’andava in stampa, sopraggiungeva la triste notizia sull’improvviso malessere di dom Pietro Vittorelli, Abate ordinario di Montecassino. Appena il 2 maggio 2012 il Rettore, accompagnato dal prof. Filippo Carcione e dal prof. Angelo Molle, era salito sul glorioso cenobio benedettino per invitarlo a presiedere nel Santuario la solenne festività del prossimo 21 agosto, ricevendone un felice assenso. A lui tutto l’affetto del Consiglio Redazionale con l’augurio di pronta guarigione!

NOTA! Questo sito utilizza i cookie .

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo

Login

« Novembre 2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      

Orari Santuario

Novembre 2017
solo Festivi
Apertura :9.30
S.Messe :11.00-16.00
chiusura :17.30

Bollettini

Offerte

                  Per le tua offerta

Free business joomla templates